La formula del Coaching

25/02/2020

 

Il musicista britannico Brian Eno, sostiene che il motivo per cui le persone conversano è per scoprire cosa pensano. Potrebbe sembrare banale, ma la trovo un’affermazione straordinaria.

In fondo, per supportarti nel processo di coaching, anche io devo capire cosa c’è nella tua mente e per centrare l’obiettivo devo farti le domande giuste.

Porti quesiti corretti, è più efficace di dirti cosa fare: pensa che ti sto parlando di una tecnica che arriva dai tempi di Socrate, la Maieutica!

In sintesi, secondo lo schema socratico, grazie alla dialettica posso tirar fuori i tuoi pensieri assolutamente personali e, in quanto coach professionista, devo saper promuovere una tua maggiore coscienza scoprendo convinzioni, valori e interferenze che ti trattengono e non sapevi di avere.

Per arrivare alla miglior prestazione dobbiamo lavorare sulle interferenze o ostacoli.

Nel coaching questo concetto è tradotto con una formula chiara: P-i=p cioè potenziale meno interferenza uguale prestazione.

Per risolvere una particolare questione e aiutarti a comprenderla meglio, le domande sono lo strumento principale che ho per sostenerti e quando mi rendo conto che attraverso esse, accedi con fluidità ai tuoi pensieri e ti organizzi per fornirmi le risposte che potranno supportarti nel raggiungimento del tuo obiettivo, capisco che siamo sulla strada giusta.

Scrivimi su: info@miraclesrl.it oppure compila in meno di due minuti il modulo di richiesta info al seguente link: https://forms.gle/Pz76Pmked6nmtvY36  e mi raccomando  continua a seguirmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *